PalExtra torna alla Mostra d’Oltremare, de Magistris: «Progetto in cui crediamo»




NAPOLI - «Napoli città delle Olimpiadi». Il sindaco Luigi de Magistris saluta Diego Occhiuzzi e i campioni napoletani pronti a volare per Rio de Janeiro. Guarda al Brasile la seconda edizione di PalExtra – L’ Agorà dello sport, progetto dell’associazione Milleculure, sostenuto dalla Fondazione Con il Sud, in collaborazione con la Fondazione Fare Chiesa e Città della Curia di Napoli. Sport gratuito all’interno del villaggio a cinque cerchi, allestito all’interno della Mostra d’Oltremare da giugno a settembre 2016. Numeri in crescendo rispetto l’edizione del 2015: ben 20 discipline praticate, presenza di oltre 40 animatori, tecnici e volontari, associazioni e parrocchie coinvolte in rapido aumento, con una media al giorno di almeno 200 bambini. «Si rinnova per il secondo anno consecutivo questa manifestazione, ormai punto di riferimento per i tanti ragazzi del nostro territorio» - dichiara Occhiuzzi - «ringrazio il sindaco per la vicinanza, la Fondazione con il Sud, impegnata in prima linea a darci un grande supporto e quanti sono a noi vicini». Inevitabile pensiero ai Giochi Olimpici da qui a breve. «Tutti mi chiedono la medaglia che manca in bacheca. Parto con questa idea. Poi vediamo quel che succede. Vi assicuro che darò il massimo». Ciro Borriello, assessore comunale allo sport, esprime pubblico apprezzamento per l’iniziativa. «Napoli si riconferma città dello sport e in vista del 2019 sarà possibile sistemare gli impianti sportivi con forza e buona volontà dei tanti atleti partenopei, in sinergia con Milleculure. Abbiamo programmato tanto e c’è molto da fare». Sulla stessa linea d’onda la presidentessa della Mostra d’Oltremare, Donatella Chiodo. «Dobbiamo intensificare il nostro impegno e rendere maggiormente fruibili questi spazi, da destinare sempre più alla collettività». Condividono la mission del progetto Milleculure il Coni e le numerose Federazioni presenti. Conclusioni affidate al sindaco de Magistris. «Crediamo molto nel progetto PalExtra e la mia presenza, come quella dei tanti assessori della Giunta comunale, nel giorno stesso dell’insediamento del Consiglio comunale del suo secondo mandato, denota che l’Agorà dello sport è un luogo d’incontro e condivisione. Napoli deve essere la città dei giovani e dello sport, dell’inclusione, della pace e dell’accoglienza. Mostra d’Oltremare straordinaria location che abbiamo voluto sempre più aperta alla città. Sarà fondamentale ciò che avverrà da qui al 2019 e dopo». Questione Universiadi nodo cruciale del nuovo mandato amministrativo. «Opportunità che Napoli non avrà mai più di vedere le strutture sportive rifatte. Concentreremo l’attenzione nei prossimi cinque anni nelle aree della sofferenza, in modo che mai nessuno rimanga ultimo. La nostra città sarà in vetta non solo perché speriamo in Occhiuzzi ma Napoli sarà in testa per moralità pubblica ed etica». © Riproduzione riservata