Coni pronto a gestire il Collana, il Carpisa Yamamay rinuncia agli allenamenti
Il presidente del Comitato Regionale Campano del Coni, Sergio Roncelli, è stato chiaro: «La nostra priorità è rimettere in funzione il Collana».

19 aprile 2017



NAPOLI – Il Coni Campania è pronto ad assumere la gestione provvisoria dello stadio Collana. Lo ha comunicato questa mattina Sergio Roncelli, presidente del Comitato Regionale Campano del Coni in una lettera indirizzata a Vincenzo De Luca, Giovanni Malagò, Luigi de Magistris e Raimondo Pasquino. Roncelli ha parlato della volontà di voler risolvere «una vicenda che ci sta particolarmente a cuore». Il presidente del Comitato Regionale Campano del Coni ha presentato l'idea, e c'è già il parere favorevole di Malagò. «Il nostro obiettivo è replicare quanto è stato fatto per lo Stadio Albricci: con l’accordo tra il Coni ed il Ministero della Difesa è stato possibile il riutilizzo dell’impianto attraverso un affidamento della gestione ad un gruppo di Federazioni Sportive Nazionali. Vogliamo fare lo stesso a Napoli e affidare le aree sportive del Collana alle Federazioni Sportive Nazionali le cui società operano all’interno dell’impianto. Le stesse Federazioni garantiranno poi l’immediata ripresa delle attività sportive e sociali con una condivisa, concordata ed appropriata politica gestionale».

«La nostra priorità è rimettere in funzione il Collana»

Roncelli è stato chiaro: il Collana è una struttura vitale per la città di Napoli e per la Regione. E ha precisato: «Rimetterlo in funzione è una priorità sociale e sportiva». Il presidente, appellandosi alle istituzioni, ha poi aggiunto: «Va considerato che, al fine di prevedere una regolare riapertura delle attività sportive per la prossima stagione agonistica, ogni aspetto deve essere definito con estrema urgenza».

Il Napoli Carpisa Yamamay non ci sta

È di pochi giorni fa l'annuncio del Napoli Carpisa Yamamay di voler rinunciare agli allenamenti. La decisione riguarderà sia il settore maschile che femminile. La società si è vista costretta a prendere questa decisione, considerati i disagi e le difficoltà derivanti dall'impossibilità di utilizzo del Collana. A partire dalla prossima settimana anche la prima squadra femminile (attualmente in serie B), e la Primavera non si impegneranno più per cercare una struttura dove lavorare. Il Carpisa Yamamay ha fatto sapere che cercherà di onorare i prossimi impegni ufficiali ma non ha escluso la possibilità di consegnare il titolo al sindaco di Napoli qualora, a fine stagione, la situazione del Collana non dovesse cambiare.

© Riproduzione riservata