Mercoledi 20 settembre 2017 11:23

Napoli rischia di perdere le Universiadi 2019

20 febbraio 2017



Dovevano essere il fiore all'occhiello dell'amministrazione regionale di Vincenzo De Luca, rischiano di trasformarsi in una figuraccia epocale. Napoli rischia di perdere le Universiadi 2019. Una possibilità, reale e concreta, di cui si mormorava già da settimane nelle stanze della politica campana. Poi, ieri, è arrivata la conferma del governatore stesso. «Se non arrivano garanzie dal governo, non si fa nulla. E io mi fermo», ha detto De Luca nel suo abituale intervento su LiraTv. Dei 100 milioni promessi per le olimpiadi universitarie non c'è neanche l'ombra. Da Roma tutto tace. I fondi erano stati promessi da Renzi che, nei mesi precedenti il referendum, aveva garantito il sostegno economico che, alla prova dei fatti, costituisce una condizione sine qua non per organizzare i giochi. Dei 269 milioni di spesa programmati, 100 dovrebbero arrivare da Roma. Le rassicurazioni ricevute da Gentiloni nell'ultimo incontro non hanno convinto il presidente della Regione Campania che, tra l'altro, attende da Palazzo Chigi lo sblocco dei fondi europei.

Se lo stallo non sarà superato entro poche settimane, le Universiadi napoletane rischiano di andare a picco. Il 2019 è dietro l'angolo e servono interventi strutturali in quasi tutti i 43 impianti scelti per ospitare la rassegna. Stadio San Paolo, Piscina Scandone, Palabarbuto e Palavesuvio, oltre ad altri impianti della regione, attendono di essere ristrutturati. Lo stesso stadio di Fuorigrotta dovrebbe essere interessato da un ulteriore restyling che vada al di là degli interventi promossi dal Comune di Napoli con l'ausilio del Credito Sportivo. Restano, tra l'altro, i malumori per il villaggio olimpico. Nella conferenza del 28 maggio fu comunicato che la sede prescelta era l'area ex Nato a Bagnoli. Gli atleti, invece, saranno ospitati nello studentato universitario di Fisciano e a bordo di alcune navi da crociera che sosteranno nel porto di Napoli. Una soluzione al ribasso che è stata sottolineata in una nota da Armando Cesaro, capogruppo di Fi in consiglio regionale.

La Fisu, la federazione internazionale degli sport universitari, è alla finestra ed attende l'evolversi della situazione. Gli umori nel quartiere generale di Bruxelles non sono dei migliori, si attendono risposte certe da Napoli. E in tempi brevi. Altrimenti le Universiadi 2019 saranno riassegnate. Sul sito della federazione internazionale l'evento è ancora un'incognita. Nulla è sicuro, neanche le date. La XXX Universiade dovrebbe svolgersi dal 19 al 31 luglio 2019. Ma il «to be confirmed» che appare a fianco, tenendo conto dei recenti problemi, appare più sinistro che mai.

© Riproduzione riservata