Martedi 22 agosto 2017 22:40

Infiltrazioni in treni e stazioni, a Napoli piove sui pendolari della Circumvesuviana




NAPOLI - Non c'è pace per i pendolari napoletani. Oltre il danno delle corse cancellate e dei ritardi, l'utenza che viaggia con ex Circumvesuviana e Cumana deve fare i conti anche con gli effetti del maltempo. Alcuni treni , quest'oggi, non sono partiti a causa delle infiltrazioni d'acqua. Umberto De Gregorio, numero uno dell'Eav, ha scritto su facebook che i capitreno hanno scartato molti convogli a causa della presenza di acqua nelle vetture. Un capotreno ha scartato addirittura cinque treni di seguito. L'azienda ha allertato le imprese di pulizia ed i reparti di pronto intervento per risolvere la questione ma i disagi restano, e sono gravi. Questa mattina il servizio è rimasto addirittura bloccato, poco dopo le 9, a causa della mancanza di treni. Poi la situazione è tornata ad essere meno critica, anche se i ritardi accumulati dalle corse in alcuni casi sfiorano la mezz'ora. La situazione nelle stazioni è altrettanto critica. Questa mattina, all'interno della stazione Centro direzionale, una scala è stata chiusa a causa dell'acqua che continuava piovere dal soffitto. Le infiltrazioni sono un problema che riguarda non solo le fermate dell'Eav. Questa mattina anche la stazione Fs di Napoli Piazza Garibaldi, recentemente ristrutturata, presentava un'area transennata sulla banchina del binario 1 a causa di un rigolo d'acqua che colava giù sui passeggeri in transito. Stessa situazione alla stazione di Napoli Piazza Leopardi dove il cavalcavia che porta alle banchine, nonostante la copertura, risalente ad Italia '90, non rappresenta un riparo sicuro per gli utenti senza ombrello. © Riproduzione riservata