Giovedi 21 settembre 2017 14:22

Lotta ai “portoghesi”: anche il presidente Eav controllore ai tornelli




NAPOLI - E' guerra ai "portoghesi" tanto che l'Eav (Ente autonomo del Volturno), la società regionale che gestisce importanti linee ferroviarie della Campania, Cumana e Circumflegrea, Circumvesuviana e Metrocampania Nord est, ha rafforzato la lotta ai furbetti facendo schierando in campo anche il presidente Umberto De Gregorio. La guerra all'evasione è dunque partita oggi dove alla stazione di Montesanto si è presentato il presidente dell'Eav che ha personalmente controllato che l'utenza abbia ottemperato il proprio biglietto. «Inizia il servizio civile controlleria in Eav - ha dichiarato De Gregorio - Con una percentuale di adesione superiore all'80-90 per cento tra il personale amministrativo interessato. Un successo che dimostra come i lavoratori vogliono salvare l'azienda e sono pronti a tutto». «Una volta al mese tutti i dirigenti dell'Eav - continua - saranno in stazione ad affiancare le squadre addette alla controlleria. Oggi è toccato a me. Per iniziare. Per voltare pagina. Una lotta per difendere un patrimonio che è di tutti». «Nel momento in cui chiediamo al Governo regionale e al Governo nazionale attenzione ed importanti risorse finanziarie per evitare il default della società  aggiunge De Gregorio - mostriamo a tutti che la nostra azienda è fatta di donne ed uomini che ci mettono la faccia e sentono l’azienda come un bene comune, un patrimonio da difendere ad ogni costo. Abbandoniamo vecchi rituali e retaggi culturali conservativi del passato. Mostriamo senso di responsabilità». Mobilitiamoci tutti insieme, sindacati e lavoratori - conclude - per difendere l’azienda, per combattere l’evasione, per aumentare i ricavi, per dare forza e credibilità alla richiesta di risorse che in questo momento è all’attenzione del Governo Renzi». © Riproduzione riservata