Eav Napoli, blitz anti-assenteismo: 3 dipendenti sospesi. De Gregorio: «Non è tollerabile nessuna forma di lassismo»

03 marzo 2017



NAPOLI - Hanno chiesto dei permessi ex legge 104, lo scorso dicembre, ma non si sarebbero recati dall'assistito: tre dipendenti della società di trasporti regionale Eav, in servizio a Ischia, in provincia di Napoli, sono stati sospesi per avere indebitamente fruito dei giorni di assenza richiesti.

Secondo quanto fa sapere una nota dell'azienda, i dipendenti «non risultano essersi recati dall'assistito, in quei giorni, nemmeno per un minuto».

L'Eav, come informa il presidente del cda, Umberto De Gregorio, ha attivato le procedure disciplinari. Qualora dovessero essere confermate le informazioni acquisite da un'agenzia investigativa appositamente incaricata, i tre dipendenti saranno licenziati. De Gregorio ha anche chiesto ai dirigenti di incrementare i controlli anti assenteismo. «Per le nuove generazioni il lavoro è una conquista da strappare con i denti e con il sangue ha sottolineato De Gregorio secondo il quale - non sono tollerabili forme di lassismo e assenteismo di alcun tipo».

Stamattina, inoltre, diversi controlli sono stati eseguiti nelle stazioni di Porta Nolana, Benevento, Fuorigrotta e Montesanto, durante i quali sono state riscontrate anomalie nelle presenze di circa il 10 per cento dei dipendenti sottoposti al controllo. In particolare, una quindicina di persone risultava assente fisicamente sul posto di lavoro con un anticipo sull'orario previsto di fine servizio di 1-2 ore.

© Riproduzione riservata