Giovedi 17 agosto 2017 15:33

Linea 1 Metropolitana di Napoli, il via alla gara da 100 milioni di euro




NAPOLI - Il bando per l'assegnazione della progettazione, della costruzione e della fornitura di dieci elettrotreni di ultima generazione per la Linea 1 della Metropolitana di Napoli è stato pubblicato in giornata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Ue. La scadenza per partecipare alla gara è fissata per il 29 ottobre. Successivamente a questa data, una commissione formata da esperti e tecnici del settore provvederà al vaglio delle offerte, selezionando quelle che risultano economicamente più vantaggiose, pur tenendo in massima considerazione il rapporto qualità prezzo. Non solo, le proposte dei partecipanti verranno analizzate anche tenendo presente coloro che ridurranno il più possibile i tempi per la consegna, dando maggiori garanzie all'azienda che avrà avanzato un'offerta che preveda una riduzione dei tempi già previsti dal bando. Infine, grazie alla tipologia di contratto che si andrà a costituire con l'organo che si occuperà del lavoro, ci si potrà avvalere del raddoppiamento delle forniture entro i prossimi sei anni, previa la garanzia di nuovi fondi. L'assessore alla mobilità e i trasporti al Comune di Napoli, Mario Calabrese, si dice soddisfatto «Questo investimento per l’acquisto dei nuovi treni consentirà di innalzare significativamente gli standard di qualità del trasporto su ferro in città, sia in termini di frequenza delle corse che in termini di qualità del servizio offerto. Voglio ricordare che l’ultimo acquisto di treni per la linea 1 era stato fatto nella 1993 e che l’ultimo treno nuovo è stato consegnato al Comune di Napoli nel 2005. Inoltre, abbiamo scelto per l’appalto la formula dell’Accordo quadro per garantirci, reperendo ulteriori finanziamenti, di ampliare la fornitura oltre questi primi 10 treni. Questo per garantire alla Città, quando nei prossimi anni estenderemo la linea M1 prima al Centro Direzionale e poi all’aeroporto di Capodichino, di avere i treni sufficienti a garantire sempre una frequenza a 5 minuti, adeguata alle esigenze di chi usa il trasporto pubblico» Scenari futuristici a parte, si prospetta entro 18 mesi dall'aggiudicazione del bando da parte dell'azienda vincitrice la consegna del primo treno, al quale succederanno gli altri nove ogni 45 giorni. Il finanziamento per il rafforzamento del trasporto su ferro sub-urbano è di 100 milioni di euro, stanziati dall'Unione Europea nel Por (Programma Operativo Regionale, ndr.) e che rientrano nel Grande Progetto chiamato "Linea 1 Metropolitana di Napoli". Un momento prolifico per il trasporto pubblico cittadino, al quale si aggiungerà nei prossimi giorni la siglatura delle procedure, da parte dell'Anm, per l'acquisto di 60 nuovi autobus alimentati a gasolio che sostituiranno circa il 15% del totale del trasporto su gomma cittadino. Questo è solo il primo passo verso il piano di ammodernamento che andrà a sostituire circa la metà della flotta cittadina, entro il 2017.