Mercoledi 22 novembre 2017 23:12
Diario Partenopeo

Notizie ed Eventi della citta' di Napoli


“Tomato Soap”, la violenza di genere in scena al Nuovo Teatro Sanità

17 novembre 2016



Prosegue la stagione "All you can eat" del Nuovo Teatro Sanità che, sabato 19 e domenica 20 novembre, vedrà in scena uno spettacolo di drammaturgia contemporanea, "Tomato Soap" della compagnia Manimotò. Attraverso una messa in scena ricercata e un linguaggio teatrale che sperimenta nuove forme d'espressione, Tomato soap ci parla del tema, quanto mai attuale, della violenza che pian piano nasce in una coppia fino a provocarne la tragica fine. La compagnia Manimotò è composta dagli attori Ariela Maggi e Giulio Canestrelli, anche autori della pièce, che porteranno sul palco i due pupazzi di gommapiuma, protagonisti della storia, che animeranno manipolandoli a vista, con la direzione di Lydie Le Doeuff.
 
Tomato soap porta in scena il tema della violenza di genere raccontando la storia di un uomo e una donna che pensano di darsi amore e arrivano a darsi morte. La storia di Gianni e Gilda è infatti raccontata dal primo incontro: si diventa spettatori della costruzione del rapporto e della vita di coppia, fino ad assistere all’incrinarsi del rapporto e della prepotenza con cui la violenza ne diventa protagonista. Gianni e Gilda sono due pupazzi di gommapiuma a grandezza umana, marionnettes portés, manipolati a vista dagli attori. Ma la storia dei pupazzi è anche il gioco della coppia di attori-manipolatori, che sotto gli occhi del pubblico scambiano le carte, invertendo i ruoli: è infatti l’attrice a fare l’uomo e l’attore a fare la donna.
A dispetto della gravità del contenuto, Tomato soap utilizza un linguaggio lieve, visuale, ironico, muto, accompagnando gli spettatori al limite della risata, là dove la tragedia diventa grottesco.
 

© Riproduzione riservata