Sabato 15 dicembre 2018 09:13

Mertens fa sognare Napoli, con l’Empoli finisce 5-1
Il belga mette a segno una splendida tripletta. Il Napoli torna secondo in solitaria in attesa degli impegni di Inter e Juventus

02 novembre 2018

NAPOLI - Cinque gol e un’iniezione di fiducia in vista del big match contro il Paris Saint Germain. Il Napoli travolge l’Empoli al San Paolo. Nonostante l’ottima prova dei toscani la squadra di Ancelotti dilaga, ritrovando il secondo posto in solitaria. In attesa delle partite di Juventus e Inter, gli azzurri si pongono a meno tre dai bianconeri e a più tre dalla formazione di Spalletti. Il grande protagonista della serata è Mertens. Il belga segna tre gol, raccogliendo gli applausi del San Paolo a fine partita. L’Empoli torna a casa con zero punti ma - al di là del risultato - la squadra di Andreazzoli dà l’impressione di poter raggiungere il traguardo della salvezza. 

Inizio positivo

Le rotazioni di Ancelotti prevedono panchina per Mario Rui, Hamsik, Allan e Callejon. In campo ci vanno Malcuit, Maksimovic, Rog e Fabian. Andreazzoli punta tutto sull’agilità tra le linee di Krunic e Caputo. Tiene Zajc fuori dall’undici titolare e schiera Uçan, tra i migliori nelle ultime uscite. Il Napoli parte forte. Dopo due minuti Insigne fa le prove del vantaggio con una conclusione dal limite. Il gol arriva al 9’. L’incursione su invito di Koulibaly si conclude con un diagonale che non lascia scampo a Provedel. La risposta dell’Empoli arriva dopo soli tre minuti ma il pareggio di Caputo è annullato per fuorigioco. I toscani confermano quanto mostrato contro la Juventus. Giocano con intensità in fase offensiva e creano grattacapi alla retroguardia azzurra in più di un’occasione. È però il Napoli a trovare la rete del due a zero. Da una palla riconquistata da Insigne nasce la cavalcata vincente di Mertens che infila un Provedel tutt’altro che impeccabile. 

Mertens show

Nella ripresa l’Empoli mette in campo l’orgoglio. E per alcuni tratti tiene in apprensione il Napoli. La squadra di casa va vicina al gol con Hysaj e Mertens ma al 58’ incassa il gol di Caputo. L’attaccante approfitta di un’indecisione per bruciare Koulibaly e Maksimovic sul filo del fuorigioco e infilare Karnezis. L’impresa empolese è ad un passo dal realizzarsi al 62’ quando Uçan, da posizione favorevole, spara sull’esterno della rete. Due minuti dopo Mertens chiude la pratica con un super gol che fa alzare in piedi il pubblico del San Paolo. L’Empoli non è domo e le tenta tutte per restare agganciato alla partita. Sfiora anche la rete a dieci minuti dalla fine con Di Lorenzo, che vede il suo colpo di testa alzato in angolo da Karnezis. Il finale, però, è targato Napoli. Milik, subentrato nel finale a Zielinski, segna il quattro a uno con un bellissimo tocco di prima. Nel recupero Mertens firma la tripletta anticipando Provedel prima di depositare in rete a porta sguarnita.

© Riproduzione riservata