Venerdi 16 novembre 2018 03:18

Mertens stende l’Atalanta, il Napoli mantiene il primo posto
Gli azzurri battono uno a zero l'Atalanta all'Atleti Azzurri d'Italia, decide una rete di Mertens nella ripresa

21 gennaio 2018

BERGAMO - Vittoria pesantissima del Napoli all'Atleti Azzurri d'Italia. La capolista supera l'Atalanta per uno a zero, grazie ad una rete di Mertens - a secco da nove gare di campionato - nella ripresa. La squadra orobica tiene finché può, poi cede alla distanza. I tre punti del lunch match permettono alla squadra di Sarri di tenere a distanza la Juventus che sarà impegnata domani all'Allianz Arena contro il Genoa. La vittoria dà inoltre convinzione alla squadra azzurra che riesce a superare in casa una vera e propria bestia nera. Basti pensare che negli ultimi quattro scontri diretti erano arrivate tre sconfitte.

Battaglia e zero emozioni

Napoli senza Hamsik. Lo slovacco non recupera dall'influenza. Al suo posto c'è Zielinski. L'Atalanta deve fare a meno delle direttive di Gasperini a bordocampo. Il tecnico, squalificato, cede il posto al secondo Gritti. La partita tiene fede alle previsioni della vigilia. I padroni di casa concedono pochissimo. Ne viene fuori un primo tempo con pochissime occasioni e tanti duelli in mezzo al campo. L'unica soluzione che le due squadre concedono all'avversario è il lancio lungo. Ma sono i difensori ad avere la meglio e - se si eccettua un tiro di Insigne al 21' - di pericoli non c'è l'ombra.

Tutto nel secondo tempo

La partita non cambia nei primi venti minuti della ripresa. L'Atalanta continua la sua partita ordinata, volta al concedere quanto meno possibile. Ma la stanchezza viene fuori alla distanza. Il campanello d'allarme in casa orobica suona al 54'. Tipica azione sull'asse Insigne-Callejon. Lo spagnolo sbuca alle spalle di Spinazzola, colpisce di testa e serve il salvataggio di Masiello per evitare il vantaggio azzurro. Il goal è rimandato di undici minuti. Al 65' Callejon veste i panni dell'assistman, servendo a Mertens un lancio in profondità col contagiri. Il belga non si fa pregare e porta il Napoli in vantaggio. La reazione dell'Atalanta porta al tiro dal limite di Caldara al 72', che trova l'opposizione di Reina. L'Atalanta deve recuperare e Gritti mette Orsolini per Toloi. Il passaggio a quattro squilibra la squadra, e il Napoli va più volte vicino al raddoppio. All'83' Mertens sfiora l'eurogol con un tiro dalla distanza che per poco non sorprende Berisha. Lo show del belga prosegue un minuto dopo: si beve Caldara e offre un assist facilissimo al nuovo entrato Hamsik. Il capitano azzurro, da tre metri, spara alto. Al 90' Rog se ne va di prepotenta, arriva davanti al portiere ma - vinto dalla stanchezza - conclude molle. Nel recupero arriva il goal del due a zero ma in fuorigioco. L'assalto bergamasco dura fino al 95' senza sortire alcuno effetto.

© Riproduzione riservata