Venerdi 14 dicembre 2018 01:21

Reina: «Lo scudetto con il Napoli è l’ultimo sfizio della mia carriera»

26 dicembre 2016

«Siamo una grande squadra, ora dobbiamo diventare grandi a livello europeo». In un'intervista a Premium Sport, Pepe Reina traccia la road map del Napoli per l'anno che verrà. «Sarà un anno di crescita. Abbiamo tanti giovani in rosa, ma dovremo essere subito competitivi. La mentalità non ci manca, Sarri ci ha insegnato a imporre il nostro calcio ovunque andiamo». Nei programmi del Napoli per il 2017 c'è anche la sfida di Champions League contro il Real Madrid. «Avremo l'opportunità di dimostrare di essere cresciuti. Andremo al Bernabeu senza paura, al San Paolo mi aspetto un apporto mostruoso del pubblico. La speranza è di passare il turno e volare ai quarti».

Gonzalo, non ci manchi

Il 2016 ha visto il Napoli duellare a lungo con la Juventus per lo scudetto. «Hanno meritato di vincerlo - ammette Reina -.  L'amarezza più grande è stata la sconfitta nello scontro diretto con quel goal di Zaza. Siamo passati dall'essere primi con due punti di vantaggio all'essere secondi con la differenza reti a sfavore. Loro hanno ritrovato fiducia, noi invece abbiamo accusato il colpo». All'epoca Higuain era ancora dalla parte del Napoli. «36 goal sono un record stellare, restano un'emozione indimenticabile. Dopo il suo addio, siamo ripartiti. Abbiamo una rosa più completa e la consapevolezza che questo può essere un'annata grandiosa»

Sogno tricolore

Il sogno di Reina, a questo punto della carriera, è vincere lo scudetto con la maglia del Napoli. «Mi ripetono sempre che non si sa cosa potrebbe succedere in città Ecco, io voglio vedere. Vincere qui significherebbe entrare nella storia ed essere ricordati per sempre. Sono reduce da 17 anni di carriera ad alti livelli. Il tricolore a Napoli sarebbe la ciliegina sulla torta».

© Riproduzione riservata