Sabato 15 dicembre 2018 09:37

Mertens salva il Napoli allo scadere, con la Roma finisce 1-1
Una rete di Mertens all’89’ permette al Napoli di pareggiare contro la Roma, gli azzurri a meno sei dalla Juventus. La Roma agganciata dal Milan

28 ottobre 2018

NAPOLI - Solo un pari nel posticipo della domenica di Serie A. Il Napoli non va oltre l’uno a uno contro la Roma, trovando il gol solo negli ultimi minuti. Nella notte in cui il San Paolo ritrova il grande pubblico - circa quarantamila presenze sugli spalti -, gli azzurri risentono un po’ della stanchezza del turno Champions, regalano un gol agli avversari e sono costretti a lottare per ottantacinque minuti alla ricerca del pareggio. La Roma, tutta densità e catenaccio, tiene finché la fortuna la assiste. Capitola solo allo scadere, dinanzi al tap in vincente di Mertens, al termine di una prestazione non all’altezza di una squadra che ambisce ai primi posti della classifica. Il risultato fa felice soprattutto la Juve, che può allungare a più sei sui partenopei.

Doccia fredda

Ancelotti prosegue con le rotazioni. Dopo le fatiche di coppa Mertens va in panchina. In attacco c’è Milik a fare coppia con Insigne. Il polacco ritrova la maglia da titolare che mancava dalla partita contro il Parma. Confermato Fabian in mediana, tra i migliori contro il Paris Saint Germain. In casa Roma Di Francesco dà spazio a Juan Jesus per dare rapidità al reparto difensivo. Panchina per Florenzi, è Santon ad agire nel ruolo di esterno basso a destra. La partita inizia con quasi dieci minuti di ritardo a causa di un problema alla Var. Palla al centro, è il Napoli a condurre il gioco. Ma è la Roma a trovare il vantaggio. La rete nasce da un errato posizionamento della difesa. I quattro scivolano velocemente a copertura della fascia sinistra, dimenticando El Shaarawy al centro dell’area. L’azzurro ringrazia. La reazione azzurra è veemente e serve il miglior Olsen in almeno un paio di occasioni. L’occasione migliore capita però a Dzeko che, al 35’, si fa respingere una conclusione a porta sguarnita da Albiol. Nel finale di primo tempo la Roma perde De Rossi, costretto a lasciare il campo a Cristante.

Risponde Mertens 

Il forcing del Napoli prosegue nella ripresa. Ma agli azzurri sembra mancare lo spunto decisivo. La Roma, ordinata e poco più, non ha troppe difficoltà a contenere l’attacco avversario. Dinanzi alle difficoltà nel concludere a rete, Ancelotti gioca la carta Mertens. Fuori Milik, impalpabile nella sedici metri giallorossa. Il belga è subito pericoloso: ha la palla del pareggio al 65’ ma conclude alto. Con il passare dei minuti la Roma si convince di poter strappare i tre punti. Il Napoli, tra gol annullati per fuorigioco e la scarsa precisione in fase realizzativa, sembra scontrarsi con un muro. Fino all’89’ quando Mertens trova la zampata vincente sottomisura e risolleva le sorti azzurre. Il gol del pareggio arriva quando il quarto uomo ha già in mano la lavagnetta del recupero. I quattro minuti supplementari servono solo a far sgolare i tifosi, vogliosi di un clamoroso ribaltone. Che non arriva. Finisce uno a uno. E ci ha guadagnato senz’altro la Roma

© Riproduzione riservata