Sabato 20 ottobre 2018 05:55

Sequestrato 1,5 tonnellate di pesce privo di etichettatura. Carabinieri in azione tra Roma e Napoli

20 dicembre 2016

NAPOLI - Una tonnellata e mezza di pesce, priva di etichettatura e documentazione, è stata sequestrata dai carabinieri del comando politiche agricole e alimentari, con l'ausilio dell'Arma territoriale. Il sequestro è scattato in seguito ad una serie di confronti effettuati presso decine di operatori del commercio all'ingrosso delle province di Roma e Napoli.

L'intervento di militari ha impedito che la merce ittica: alici, cernie, gamberi, merluzzi, spinarelli, triglie, pesce spada e pesce sciabola finisse sulle tavole dei cittadini per il cenone del 24 dicembre.

Della merce sequestrata risulta del tutto sconosciuta la data di cattura, le modalità di conservazione e la provenienza geografica. Per tale ragione è considerata potenzialmente pericoloso per la salute anche sotto il profilo igienico-sanitario.

© Riproduzione riservata