Sabato 20 ottobre 2018 15:42

Napoli. De Luca e Boschi al San Carlo, contestazioni all’esterno del teatro
Il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, e il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, contestati dai centri sociali all'esterno del San Carlo.

30 novembre 2016

NAPOLI - Stasera al teatro San Carlo va in scena un Otello dedicato al dramma dei migranti, alla presenza del Ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e del sindaco Luigi de Magistris. «Sono stata anche altre volte, al San Carlo e ci torno sempre volentieri. Vado spesso alle prime importanti e stasera sono qui. E' un segnale di attenzione per la città», ha detto il ministro entrando in teatro.

Contestazioni all'esterno del San Carlo

All'esterno del Massimo partenopeo, nella vicina Galleria Umberto I, prima che arrivasse il ministro, un gruppo di manifestanti del centro sociale Insurgencia ha protestato con striscioni contro De Luca, ("Voi fritture e yacht, noi frittate di maccheroni") e sul referendum ("I ricchi votano Sì, il popolo dice No"). Davanti al San Carlo si sono schierati poliziotti in tenuta antisommossa. Due attiviste del centro sociale Ex Opg-Je so' Pazzo di Materdei sono però riuscite a superare il cordone, arrivando fino all'ingresso del teatro. Lì hanno mostrato uno striscione, intonando cori contro il governo e urlando più volte «vergogna» all'indirizzo di De Luca, invitato a dimettersi, e della Boschi, a cui hanno augurato la caduta dell'esecutivo dopo il referendum.

© Riproduzione riservata