Lunedi 17 dicembre 2018 02:19
Diario Partenopeo

Notizie ed Eventi della citta' di Napoli


Il progetto Gente di Napoli – Human of Naples


Avete visto girare collage di foto con tantissimi volti? Si tratta del progetto “Gente di Napoli – Human of Naples”, nato ricalcando l’idea di successo “Human of New York” di Brandon Stanton. Una pianificazione che vede la partecipazione attiva delle persone, a cui si chiede di inviare foto e pensieri, e che porterà a un’indagine sociale di respiro internazionale e di analisi del livello di integrazione sociale e culturale. L’idea è tutta giovanile, frutto della mente di un laureato in Scienze e tecniche di Psicologia cognitiva, Vincenzo De Simone, ed è stata accolta con entusiasmo dall’Università Suor Orsola Benincasa, con il patrocinio del Comune di Napoli e quello di San Giorgio a Cremano. Proprio Napoli, con le sue mille sfaccettature, città difficile da rinchiudere in una definizione che la caratterizzi a pieno, può essere il terreno giusto in cui far attecchire questa voglia di rappresentare senza sintetizzare, unificare senza tagliare. Ogni volto è storia di un vissuto personale, di un’unicità che si fa sfumatura di colore aggiungendosi alle altre. Ogni persona coinvolta dovrà, inoltre, arricchire la foto con il proprio commento su “cosa significhi vivere a Napoli”, perché si resta o perché si fugge. L’iniziativa così acquista maggiore completezza proprio nel uscire dal solo canale visivo raggiungendo altri binari di senso e permettendo ad ognuno di veicolare la propria napoletaneità in pensieri e parole oltre che in immagini. Definito un progetto di storytelling, un modo per raccontarsi, per dire cosa significhi davvero vivere a Napoli, fuggendo dai soliti stereotipi e costruendosi un’identità caleidoscopica che sappia relazionarsi e accettare personalità differenti dalla propria e pur, allo stesso modo, confluenti in un unicum variegato; l’iniziativa di Vincendo De Simone (https://www.facebook.com/VincenzoDeSimonePh), bravissimo fotografo, ha già trovato grande riscontro. Tutte le fotografie già raccolte e quelle che perverranno saranno pubblicate sulla pagina Facebook: La gente di Napoli – Humans of Naples”     (https://www.facebook.com/humansnaples). Oggi, 15 maggio, alle ore 13.00, il progetto sarà presentato al pubblico all’Università Suor Orsola Benincasa, in Aula Magna, e sarà promosso attraverso i canali di comunicazione dell’Università Suor Orsola Benincasa e del Comune di Napoli. I pensieri più significativi e le fotografie più belle e con maggior numero di mi piace saranno raccolte per essere esposte a ottobre  al Piano Mostre dell’Università Suor Orsola Benincasa già sede di un Museo Storico e del Museo del Giocattolo di Napoli.

Regolamento e modalità di partecipazione

Invia la tua foto ed il tuo pensiero, con nome e cognome, all’indirizzo lagentedinapoli@gmail.com Tutti possono partecipare e contribuire al progetto. Non parteciperanno le foto con “Mi piace” non rintracciabili. Per “convalidare” il voto, l’utente dovrà mettere “Mi piace“ sia alla pagina Facebook “La gente di Napoli – Humans of Naples” sia alla foto interessata. Fotografia Ogni fotografia, una persona. Devi essere tu il soggetto principale. Un semplice ritratto per raccogliere il tuo volto. Location: qualunque, preferibilmente all’esterno e che racchiuda una via/piazza di Napoli o dintorni. Pensiero Cosa significa vivere a Napoli? Cosa significa essere napoletani? Esprimi un tuo pensiero su Napoli. Puoi parlare di qualunque cosa: descrivere un avvenimento, avanzare proposte e fornire suggerimenti. Non abiti in Campania? Esprimi un tuo pensiero su cos’è per te Napoli, su cosa hai sentito dire su Napoli e qual è la tua opinione.   Con la partecipazione di Tommaso Cerasuolo (Perturbazione), Luca Sepe, Patrizio Rispo, Federico Salvatore, Monica Sarnelli, Mario Trevi, Ciro Cacciola aka DJ Cerchietto, Pipers, Gigi Soriani, Ivan Fedele, I Fatebenefratelli, , Mario Porfito, Carmine Rezzuti, Quintino Scolavino, Lello Esposito e tanti altri   © Riproduzione riservata