Venerdi 18 gennaio 2019 21:38

Napoli primo caso in Italia di intesa tra Procura Contabile e Polizia Giudiziaria


Il procuratore regionale, Tommaso Cottone, e il presidente della provincia di Napoli, Antonio Pentangelo, ieri presso la Corte dei Conti di Napoli, hanno siglato un’intesa tra la Procura Contabile e la Polizia Giudiziaria della Provincia di Napoli, nonostante questa sia in via di eliminazione. Patrizia Sannino, assessore alla Legalità e Sicurezza della Provincia di Napoli, ha espresso la sua soddisfazione per questa iniziativa che vede Napoli come primo caso in Italia di attuazione di un protocollo che consentirà alla Corte dei Conti di possedere un pool di agenti, coordinati da Lucia Rea, Comandante della Polizia Provinciale, che potranno concentrare le loro indagini sulle questioni scottanti dell’abusivismo edilizio, dello sversamento di rifiuti (ordinari, speciali e tossici), dell’inquinamento del suolo, dell’aria e dell’acqua. «Si tratta di un’intesa – ha commentato la Sannino – che rafforza la collaborazione già in corso con la Corte dei Conti in materia di repressione del danno ambientale connesso all’illecito sversamento di rifiuti pericolosi. Un fenomeno che come sottolineato dal Procuratore Regionale della Corte dei Conti, dott. Tommaso Cottone, nella relazione letta nel corso dell’inaugurazione dell’anno giudiziario 2014, rappresenta un prezioso strumento di raccordo per rendere più efficace l’azione della Magistratura ordinaria e di quella contabile». © Riproduzione riservata