Mercoledi 07 novembre 2018 09:57

“Yerma (‘A jetteca)”, buona la prima per lo spettacolo di POST teatro

30 agosto 2018

E' andato in scena ieri in prima assoluta, nell'ambito della rassegna "Classico Contemporaneo" al Chiostro di San Domenico Maggiore, "Yerma ('A jetteca)", primo vero debutto teatrale della POST teatro dopo anni di esperienza nel campo del teatro ragazzi. Lo spettacolo, scritto da Fabio Di Gesto che ne cura anche la regia con Silvio Fornacetti, ha vinto il Premio Rebù 2018, nato da una collaborazione tra il Teatro TRAM di Napoli, l’Associazione culturale Teatro dell’Osso e Aries Teatro ed Eventi per la selezione di spettacoli che offrano riletture registiche o drammaturgiche di testi classici.

Yerma ('A Jetteca) è un’intensa e originale riscrittura del dramma di Federico Garcia Lorca. Seconda delle tre delle tre grandi tragedie dell'autore spagnolo, collocata tra “Nozze di sangue” (1933) e “La casa di Bernarda Alba”(1936), Yerma racconta il dolore di una donna che non vedrà mai realizzato il suo desiderio di essere madre. La versione di Di Gesto e Fornacetti catapulta la storia della donna in una rappresentazione dalla forte connotazione partenopea, sfruttando le suggestioni che avvicinano il testo spagnolo alla cultura napoletana. In scena le dinamiche del rapporto tra Yerma e il marito Giovanni, la follia di lei e la superficialità del compagno, circondate da tre voci,  proiezione dei pregiudizi e dei pettegolezzi del popolo, voci narranti e contemporaneamente antagoniste. Il linguaggio, cupo e profondo, si arricchisce delle melodie intonate dalle protagoniste, componente onirica e viscerale allo stesso tempo. Per chi se lo fosse perso, lo spettacolo andrà in scena al Teatro TRAM dal 14 al 17 marzo 2019.

© Riproduzione riservata