Sabato 20 ottobre 2018 14:26

Ancora caos e disservizi a Napoli, niente autobus in strada. Cittadini fermi ore ad aspettare

01 marzo 2017

NAPOLI - Giornata di gran caos a Napoli. Ancora disservizi sulle linee bus Anm. Mezzi fermi da questa mattina nel deposito di Cavalleggeri d'Aosta, con la circolazione ridotta al 50 per cento in servizio, ossia 40 rispetto agli 80 abituali, che già di per sè non gode di una buona reputazione.

Disagi e lunghe attese per gli utenti che attendono ore l'arrivo di un autobus nei quartieri che vanno da Fuorigrotta, a Chiaia, al Vomero. Il tutto perchè i lavoratori hanno incrociato le braccia contro l'ipotesi di un taglio al salario come paventato dal Comune di Napoli. Al centro della protesta dei lavoratori Anm, il rinvio dell'incontro tra azienda e sindacato sul piano industriale.

Servono soldi se si vuole evitare il default per la partecipata comunale che rischia di sconvolgere addirittura il bilancio del Comune. Tuttavia, l'eventuale congelamento del fondo andrebbero a colpire maggiormente la categoria degli autisti, zoccolo duro dell'azienda.

Per affrontare la crisi il prossimo step prevede che entro fine marzo 2017 bisognerà approvare il rendiconto di bilancio 2015 che si chiuderà in passivo con 42 milioni di euro. Ma al momento servono almeno 3 milioni di euro per pagare i salari dei dipendenti Anm. Soldi che, però, non ci sono nelle casse del Comune di Napoli.

Regolare resta, invece, il servizio della linea 1 della metropolitana.

© Riproduzione riservata